fbpx
+ 39 3480723256 – info@phoenixstudiodance.com

Corso di Danza Contemporanea a Milano

BALLO

CONTEMPORANEO

ORARI DEI CORSI DI CONTEMPPRANEO

Il corso di Danza Contemporanea della scuola di danza Phoenix Studio Dance di Milano è rivolto soprattutto a chi ama la Danza come massima espressione del movimento interpretativo, ed a livello di improvvisazione.

Non esiste una musica specifica su cui poter ballare ed esprimersi attraverso questo stile di Danza, perché grazie alla sua libertà di espressione è possibile danzare su qualunque base musicale (in alcune rappresentazioni inesistente), questa Danza offre una vasta gamma di elementi tecnici da studiare e da apprendere:

Nelle lezioni di danza contemporanea le Posture, i passi e la tecnica, sono state rivoluzionate nel corso degli anni, ma è inoltre una danza che si basa molto sula improvvisazione; infatti il ruolo che il danzatore di Contemporaneo ricopre è spesso riconosciuto come quello di autore di sé stesso.

Il ballo contemporaneo può risultare perciò visivamente assai complesso oppure relativamente semplice, al medesimo tempo può apparire intricato oppure scorrevole, così come spezzato oppure morbido.

Spesso e volentieri il ballo contemporaneo è confondibile alla simile (ma differente per pensiero più che per stile) danza Moderna, il ballo contemporaneo si sviluppa maggiormente sulla rappresentazione del movimento continuo, che spinto da se stesso, resta perpetuo nel mutare la propria forma e il proprio colore.

Presso la scuola di danza contemporanea Phoenix a.s.d. è inoltre possibile partecipare ad altrettante tipologie di percorsi dedicati alle danze accademiche, tra i quali ritroviamo naturalmente la Danza Classica.

Questi stili di danze nate accademicamente possono inoltre essere a loro volta accompagnate parallelamente anche da corsi di ginnastica posturale oppure da corsi di Pilates.

Il tutto consigliato per rafforzare ulteriormente la muscolatura utilizzata all’interno della danza e preservare postura ed elasticità tendinea e muscolare.

Corsi di danza contemporanea a Lambrate, Città Studi – Milano, contattaci ora per la tua lezione di prova! 

VIDEO DI CONTEMPORANEO
DANZA CONTEMPORANEA

Danza Contemporanea a Milano

La danza contemporanea si sviluppa a Milano e poi nel resto d’Italia soltanto dopo la seconda guerra Mondiale.

Nel caso specifico di quest’arte è proprio il coreografo a lasciare più spazio creativo al ballerino, stimolandolo ad ascoltare e ad assecondare il proprio corpo e l’ambiente che lo circonda.

Il Contemporary (così chiamato Oltreoceano) è un’arte di ballo che discende dal balletto classico, ma al contempo ne prende molto le distanze (sia in ambito fisico, psicologico, che di concetto), percorrendo una via piuttosto legata all’improvvisazione del movimento del corpo.

Il movimento è a sua volta sempre e comunque connesso profondamente alle linee geometriche dello stesso, ma mescolando queste ultime in maniera totalmente libera: cosa totalmente differente e radicalmente rivoluzionaria se rapportata alle impostazioni del classico.

Così facendo il danzatore ricerca ed identifica in maniera più approfondita le proprie doti e la propria qualità del movimento, trovando così un suo linguaggio comunicativo, totalmente personale ed intimo.

Questo lavoro ha consentito sempre più l’affermazione del “solo” come concetto di danzatore all’interno dello stile contemporaneo.

Un’evoluzione di questa Danza è il “Contact”, la quale viene ballata assieme da più soggetti, coinvolge il movimento di tutto il corpo in relazione allo spazio ed al tempo come nello stile di base, ma soprattutto lo coinvolge in maniera di totale connessione armonica con l’altro individuo.

Il Contact viene praticato almeno fra due o più danzatori, che creano un per l’appunto un “contatto fisico” dal quale partono a svolgere la loro performance, costruendo una danza fra loro stessi nella maggior parte dei casi totalmente improvvisata.

Spesso i movimenti di questo stile particolare sono così studiati e ravvicinati, da far apparire i corpi dei danzatori su un piano di un’unica fusione fisica, plasmando così i corpi dei protagonisti in un solo essere dai movimenti plastici ed aggraziati, oppure bruschi e sgraziati, a seconda della fantasia coreografica, o a seconda del dinamismo che si desidera infondere attraverso la musica.

Modern e Contemporary sono due facce della stessa medaglia, anche se molti li uniscono ormai sotto un unico filone di stile, possiedono però se analizzati nello specifico diverse caratteristiche differenti.


Struttura di una lezione di Danza Contemporanea alla Phoenix a.s.d.

La lezione prevede un riscaldamento danzato su improvvisazione della Danza Contemporanea, nel quale si lavora molto la tecnica dei vari movimenti:

Passi, giri, ecc. e si crea e propone ad ogni lezione un lavoro coreografico che può essere basato maggiormente  sulla tecnica oppure sull’espressività.

Il lavoro fisico è sicuramente impegnativo ed è consigliato a chi ha già lavorato con il proprio corpo, non per forza tramite la danza, ma che almeno capisca le minime basi di un lavoro muscolare, con questo non significa che un principiante non può partecipare ma semplicemente che chi possiede delle infarinature di preparazione atletiche sarà avvantaggiato.

Ma da dove nasce questo stile della Contemporary?

La danza contemporanea nasce in Europa e negli Stati Uniti e si sviluppa nel corso del ventesimo secolo, gli inizi del Novecento determinano un vasto cambiamento del sistema artistico di questi Continenti.

Inizia a svilupparsi la danza accademica e crescere al contempo una profonda esigenza di nuovi stili espressivi.

Il completo dilagare dei balli popolari liberi dal punto di vista espressivo del movimento, favorisce la nascita di esclusive e nuove tendenze artistiche legate alla cultura moderna.

Inizia la globalizzazione della danza e quella contemporanea rappresenta uno generi più conosciuti della storia, diffusa ed utilizzata dalla maggior parte dei danzatori qualificati di tutto il Mondo, proprio grazie al suo particolare stile innovativo e rivoluzionario rispetto a quello del canonico balletto.

Anche se a primo impatto si notano provenienze legate alla Classica, al Jazz e al Modern, col passare del tempo, subì contaminazioni e si arricchì di elementi provenienti da diverse tipologie di Danze:

Per varie similitudini tecniche è spesso associata e strettamente legata al Ballo Moderno, legato a sua volta ad elementi direttamente originari del Balletto Classico.

In termini di analisi per quanto riguarda la sua grande tecnica, questo ballo tende a fondere la forte fermezza e rigidità di controllo tecnico del Classico, con l’aggiunta però dello stress della parte superiore del corpo (torso) presente notevolmente nel Modern.

Inoltre il contemporary impiega elementi come la contrazione e il rilascio visivo del corpo, il lavoro a terra, la caduta e il recupero sul pavimento ed infine, molto presente è l’improvvisazione (caratteristica ben nota anche nella danza moderna).

Oltretutto fattori come i cambiamenti inaspettati nel ritmo della musica e del ballo, velocità e direzioni sono anch’essi spesso utilizzati, nonché alcune volte, vengono incorporati nelle rappresentazioni, persino elementi di tipologie di danze non Occidentali come alcune tecniche dell’Afro (con le ginocchia piegate), o persino movimenti del ballo contemporaneo giapponese!

Molti danzatori associano allo studio dello stile, anche tecniche non relative alla danza, ma che occorrono a sviluppare al meglio il movimento da riprodurre nel Contemporary:

Dalle tecniche di recitazione e mimica corporea all’integrazione di ginnastica muscolare del pilates o allo yoga.

Corsi di Danza Contemporanea a Milano, info al 348-0723256


Accenni storici della Danza Contemporanea e dei suoi Pionieri

La danza contemporanea e la danza moderna nascono dai loro pionieri che viaggiano tra Naturalismo e Simbolismo, gli albori di queste danze possono essere ricondotti a partire già dai primi decenni del 1800, mentre si verificano in Europa, i primi movimenti artistici in contrapposizione a quelli classici fino ad allora adottati (non solo per il settore della danza).

Si può definire oggi una scissione sottile tra la Modern Dance che il Contemporary, proprio perché derivano entrambe da un unico ceppo d’origine; alcuni coreografi e danzatori, tutt’oggi non fanno differenza alcuna tra le due tipologie di ballo.

Parleremo in questo paragrafo maggiormente dei pionieri della danza contemporanea e moderna potendo affermare che: sia il Naturalismo ed il Simbolismo nascono come correnti contrapposte, precisamente tra una realtà oggettiva (legata ad una visione di insieme) in contrapposizione  con una visione soggettiva (inconscia e puramente espressiva, partendo dall’emozione interna).

In ordine storico e cronologico possiamo ricordare alcuni dei più grandi pionieri di quella che da li a poco venne infine ufficialmente riconosciuta come danza contemporanea; gli artisti danzatori e coreografi di fama internazionale che maggiormente influirono sulla rivoluzione della danza dalle basi del balletto classico sono:

  • François Delsarte (1811-1871): rappresenta un ruolo di fondamento della nascita del ballo moderno, è uno dei primi danzatori che inizia a classificare e catalogare i gesti, cercando soprattutto di raggiungere una forma artistica più libera ed acquisendo in poco tempo di carriera da insegnante, numerosi studenti e seguaci d’arte. Partendo dal suo studio di Parigi, i suoi adepti (tra i quali possiamo ricordare nomi come: Gioacchino Rossini, Georges Bizet, Maria Malibran e Alexander Dumas), si spingeranno coi principi cardine della danza di François Delsarte sino in territorio americano.
  • Loїe Fuller (1862-1928): Giunta in Europa verso il 1900, rivoluziona la struttura scenografica (in particolar modo attraverso l’utilizzo delle luci), sfruttando tutte le nuove scoperte elettroniche dell’epoca in campo teatrale. Studia profondamente l’applicazione delle luci  e dei relativi colori e gradazioni in simbiosi con i movimenti del corpo e con la musica, liberandosi dalle narrative imposte dalla danza accademica fino ad allora conosciute ed introducendo un linguaggio innovativo, sia dal punto di vista visivo che introspettivo.
  • Isadora Duncan (1878-1927): morta tragicamente parecchio giovane a causa di un bizzarro incidente stradale (strangolata dalla sua sciarpa impigliata nella ruota del suo autoveicolo), ebbe una vita tanto meravigliosa dal punto di vista artistico, quanto triste dal punto di vista umano, difatti anche i suoi giovani figli persero entrambi la vita annegando nella Senna. Isadora Duncan rimane ancora oggi malgrado tutto, un punto di riferimento della Danza di tutto il Mondo, nata in California, di origine irlandese, si oppone ai canoni del classico, utilizzando un suo proprio stile ibrido da autodidatta fin da bambina. Trasferitasi dapprima a Londra e poi a Parigi, è qui in Europa che svilupperà ed appagherà la sua volontà di conoscenza artistica; girerà un po’ ovunque sia per lavoro che per studio, tornando da ambasciatrice della nuova danza in Paesi americani, ma anche in Russia nuovamente in Europa. Il suo credo era quello introspettivo, per lei era affidato al ballo il compito di fare emergere le coscienze umane, minimizzando quanto più fosse possibile la parte scenografica e quella costumistica.
  • Ruth St. Denis (1879-1968) e Ted Shawn (1891-1972): moglie e marito che nel 1915 fondano assieme una scuola a Los Angeles, la “Denishawn”. Ruth è una donna che da subito accoglie all’interno dei suoi studi e dei suoi metodi, anche fattori provenienti dalle danze orientali, dallo yoga, dal buddismo e dall’induismo. E’ convinta profondamente che la danza sia lo strumento fondamentale per tradurre il linguaggio spirituale nel linguaggio corporeo; un’artista molto legata agli stati di sacralità e spiritualità legate al sistema rituale. Pertanto anch’essa estremamente in antitesi con le linee guida dell’accademia tradizionale. Ted, il marito di Ruth,  è un uomo che dopo aver portato a termine studi teologici e teorici sulla “Delsarte”, rivolge i suoi interessi verso un proprio progetto che tende a tradurre le emozioni nate dalla musica trasformandole direttamente in movimento e perciò in danza, approfondendo e continuando così le basi della “euritmica” nata dal musicista svizzero Émile Jaques Dalcroze. In questo modo la coppia si avvicina ad uno stile più moderno e verso una corrente astrattista, uscendo dal binario narrativo.
  • Rudolf Laban (1879-1958): di origini tedesche, si reca nella culla del Mondo, in Africa, per riuscire a studiare e carpire i significati della cultura rituale delle danze primitive. Crede nella manifestazione scenica delle energie interne dell’animo mano, alla trasposizione fisica dello spirito attraverso musica e danza. Laban è considerato tra le colonne portanti del concetto dell’arte contemporanea come metodologia espressiva, si dedicherà alla danza “espressiva” a Monaco, in totale armonia ai ritmi naturali, creando inoltre un’apposita metodologia riguardante i movimenti del ballo. E’ il padre fondatore in Svizzera (durante la guerra) delle teorie della Eucinetica (legata all’espressione) e della Coreutica (legata allo spazio), nel 19′ torna in madre Patria e fonda la sua Compagnia, nel 28′ presenta il suo sistema di annotazione del movimento al congresso danzario di Essen, nel 30′ direttore della Danza all’Opera di Berlino. Secondo le teorie di Rudolf Laban, il danzatore deve ricercare se stesso tra gesto e significato espressivo, conoscere ed ottenere una padronanza totale del proprio fisico in maniera armoniosa ma anatomica, inclusi respiro, circolazione, pulsazioni e contrazioni muscolari. Altri grandi artisti sono i rappresentanti di questo stile di danza.

Molti altri coreografi, compositori, danzatori ed artisti della forma primordiale di questo stile hanno contribuito alla sua distribuzione su larga scala, in ogni parte del Mondo; li menzioneremo nella pagina dei corsi di danza moderna.

STRUTTURA DEI CORSI DI BALLO CONTEMPORANEO
PHOENIX STUDIO DANCE a.s.d.
  • cod.fisc./p.iva: 08563590960
  • Via Andrea Maria Ampère 103
  • 20131 Milano (MI)

Come raggiungerci in METRO:

  • Lambrate/Piola/Loreto
  • Pasteur/Udine

Come raggiungerci in BUS:

  • Via Porpora/Via Ampère (81)
  • Via Teodosio/Via Casoretto (55/62)
  • P.zza Durante (55)
Follow us

Clicca “mi piace” sulla nostra pagina facebook per rimanere sempre aggiornato su ogni nostra nuova iniziativa!

Visita il nostro canale Youtube video!

Seguici su Instagram!

contatti

Orari segreteria:

  • h.11,00/h.23,00 cell. (o Whatsapp)
  • h.17,00/h.23,00 tel. fisso
info crediti & privacy

Loghi e Marchi del sito Phoenix sono di proprietà dei loro legittimi proprietari.

2014 - phoenix a.s.d. tutti i diritti riservati