fbpx
+ 39 3480723256 – info@phoenixstudiodance.com

Corso di Dancehall a Milano, il ballo della Jamaica

LA DANZA

DALLE ORIGINI REGGAE

ORARI DEI CORSI DI DANCEHALL

Le lezioni di Dancehall sono rivolte sia a uomini che a donne, questo ballo è come per l’hip hop un ballo unisex nel quale uomini e donne compiono la maggior parte dei movimenti in maniera abbastanza similare.

La scuola di danza a Milano Phoenix a.s.d. presenta i suoi corsi di dancehall per tutti i livelli, ideali da integrare ai corsi di Reggaeton o di Hip Hop.

Solamente per quanto riguarda alcune situazioni particolari, nelle quali le donne prendono il sopravvento utilizzando uno stile unico e provocatorio che esamineremo più avanti, i movimenti corporei femminili si distaccano completamente dalla “normalità” dei passi conosciuti.

Furono proprio le donne giamaicane ad intraprendere i primi passi della Dancehall ed a contribuire nella crescita capillare di questo genere di Danza Folklorica e popolare, diretta discendente dello stile Reggae.

Se desiderate imparare una delle più attuali, diffuse ed innovative danze street Giamaicane non esitate, un mix di tecnica hip hop, danza afro e ballo caraibico racchiusi in un’unica Danza ti sta aspettando!

I corsi a Milano di Dancehall della Phoenix Studio Dance sono carichi di energia, di tecnica, di movimento e tanto, tantissimo divertimento:

Un’insegnante professionista qualificata è pronta a regalarvi la conoscenza e la passione attraverso i passi del Raggamuffin’.

Con i termini Raggamuffin e Ragga Jam si intende la musica, mentre il termine con il quale si chiama il vero e proprio stile di ballo (Dance Hall), Occorreva principalmente, in un primo momento, ad indicare i party in cui si danzava e si ascoltava in Giamaica questo genere di musica.

Scuola di Dancehall a Lambrate, prenota ora la tua prova!

VIDEO DI DANCEHALL
RAGGAJAM-RAGGAMUFFIN-DANCEHALL

Dancehall a Milano

La Dancehall nasce in Giamaica negli anni novanta.

Oggi è un ballo conosciuto ed utilizzato all’interno di tantissime situazioni dell’intrattenimento e dello show business mondiale, è inoltre sfruttato come stile di ballo al’interno di videoclip musicali di artisti di reggaeton o di hip hop.

Giunta nella maggior parte delle città europee alla fine degli anni 90′, oggi la Dancehall è molto conosciuta anche nelle nostre città italiane, in particolar modo a Milano, la quale accoglie artisti, stage e seminari di dancehall da tutto il Mondo.

La Phoenix a.s.d. si occupa quindi di esserne un punto di riferimento come scuola di dancehall a Milano.

Ritenuta più che altro uno stile di danza a carattere femminile, viene comunque arricchita da passi che nascono direttamente dai party dei quartieri Giamaicani e da passi che invece richiamano maggiormente un tipo di ballo maschile, che per questo, possono essere ballati da chiunque.

La musica nasce dal Reggae (la mitica musica di Bob Marley) e si evolve in ritmi e suoni coinvolgenti.

Sia lo stile femminile (Female e la Dance Hall Queen) che quella neutra o maschile, prevedono entrambe un notevole uso della parte centrale del corpo, accompagnato dagli arti inferiori che svolgono i vari passi ed un movimento morbido ed aggressivo alternato delle spalle, bisognerà quindi adattarsi alle moves ed imparare a sciogliersi notevolmente anche per quanto riguarda gli isolamenti della muscolatura.

Ogni giorno in Giamaica vi sono le Dance Hall:

sono in buona sostanza delle semplici feste organizzate dai più intraprendenti (spesso DJs) nelle quali tutti gli amanti della musica, ballerini e non, si riuniscono dando vita a notti ricche di energia, passione e moltissimo ballo.

Da qualche anno sempre in Giamaica sono nate delle strutture adibite a scuole di danza, dove i ballerini di questo ormai molto noto genere di ballo Hip Hop Giamaicano, possono allenarsi e tenere lezioni private e collettive ad allievi turisti o persino a ballerini stranieri in cerca di arricchimento artistico.

Ma che cos’è la Dancehall esattamente?

Come già menzionato, la Dancehall ha una diretta discendenza dallo stile reggae Giamaicano, più concretamente è il suo prediletto sottogenere, sviluppatosi sempre in Giamaica attorno agli inizi degli anni ottanta.

Originariamente questo genere rappresentava uno stile più povero ed essenziale della corrente Reggae, non si dedicava molto a tematiche politiche, sociali e religiose, come faceva usualmente il classico reggae al quale il popolo era abituato.

Questo genere musicale e di ballo ad oggi è uno degli intrattenimenti più popolari della Giamaica e, nonostante esista una grande varietà di artisti e sottogeneri diversi, purtroppo le più popolari versioni di canzoni sono quelle a contenuto osceno, scabrosamente sessuali, con richiami criminali o con tematiche molto sopra le righe e molto spinte, paragonabili ai testi dell’hip hop da ghetto statunitense.

Gli artisti che producono Dancehall e che la ballano sono tantissimi, persino alcuni Dj Giamaicani hanno fatto fortuna grazie a questa corrente artistica.

negli anni si sono prodigati attorno a questa corrente culturale ottenendo così un gran successo scalando le vette delle classifiche (in molti casi internazionali), per arrivare ad oggi, quando il genere è ormai assai affermato.

I brani ed i suoi artisti permangono nelle classifiche musicali mondiali godendo di una smisurata popolarità, tanto che negli ultimi anni, questa danza sta spopolando ed è presente nella maggior parte dei videoclip musicali legati alla scena hip hop ed R&B (anche Americana).

La formazione e la professionalità dei nostri insegnanti ti permetteranno di imparare la Dancehall a Milano, uno stile di danza così innovativo ma allo stesso tempo ricco di tradizione e cultura popolare Giamaicana.

Le dure origini della cultura Dancehall

Considerata da molti la madre della cultura hip hop, il suo nome ha origine dagli spazi in cui venivano effettuate le prime registrazioni di musica pop giamaicana, le quali, venivano poi trasmesse dalle radio locali e facilmente riconosciute come musiche impostate per i Party.

Feste solitamente chiamate col sostantivo Dancehall: che tradotto significa sala da ballo.

La cultura musicale che la precede è il Reggae, il quale è stato a sua volta influenzato pesantemente dalle ideologie Rasta dell’epoca, ed è stato anche ulteriormente modellato dai movimenti socialisti presenti in Jamaica durante gli anni 80′.

Molti cittadini si sono imbattuti nella crisi e nei movimenti delle dure realtà economiche che esistevano sul territorio Giamaicano.

Fu proprio durante questo periodo di crisi che filosofie neo liberali di avidità e curiosità cominciarono a far parte della vita di molti Giamaicani, tra questi, anche artisti ed organizzatori, che diedero vita a questa originale e redditizia forma di intrattenimento.

Di solito, le sale da ballo o le feste (le dance-halls) si trovavano nelle zone più urbanizzate dell’isola Giamaicana, come per esempio in città grandi come Kingston, ma potevano essere viste anche in zone più di periferia o persino rurali.

Oltretutto, il termine richiama non solo un genere o un luogo musicale, ma in una visione amplificata, afferma l’istituzione di una totale cultura in cui si scontrano: musica, arte, danza, comunità e perfino politica (proprio come per l’hip hop odierno).

Come la ben nota evoluzione del primo reggae, poi trasformatosi in Rocksteady, anche la Dancehall si avvale delle sue radici afro specialmente per quanto riguarda le sue basi stilistiche.

Tuttavia, secondo alcuni studiosi, è solo ed esclusivamente qui, dove finiscono le somiglianze con la cultura musicale Africana.

Per quanto riguarda i temi trattati nei testi, tendono tutti verso il profano, la violenza, il sesso, la droga, la criminalità, la misoginia e più recentemente, anche verso l’omofobia:

La ben nota causa delle comunità Gay, Bisessuali e Transessuali, conosciute proprio per le loro ideologie oppositrici contro i testi di musica Dancehall sono un preludio delle avversità venutesi a creare.

In profondo contrasto con le cosiddette canzoni di accettazione e di progresso sociale scritte e cantate dagli artisti del Reggae classico; le tonalità caustiche e aggressive della Dancehall sono state rigorosamente criticate soprattutto da questi artisti del contenitore della popolare musica Giamaicana del Reggae.

Le dure origini della cultura Dancehall

Questo grande e “degenerato” cambiamento nella musica pop Giamaicana ha dato vita ad una trasformazione altrettanto radicale nelle tendenze, nella moda, e nello life-style della popolazione, in particolare per quanto riguarda la parte femminile.

Al contrario degli stili tradizionali dettati dalla corrente Rasta, le donne cominciano a “farsi vedere” attraverso modi di fare un poco più libertini, rivelatrici talvolta di abbigliamenti più succinti e comportamenti altrettanto aggressivi sul piano psicologico.

Molto di tale trasformazione coinciderebbe probabilmente con l’afflusso di contenuti più degenerati nei brani musicali, i quali hanno contribuito man mano a definire le donne come oggetti di piacere.

Queste donne a loro volta si riuniranno per formare gruppi di ballo e competere informalmente contro tutti quelli che giudicano la donna solo dal punto di vista sessuale.

Questo nuovo “materialismo” presente ormai in quasi tutta la cultura Giamaicana odierna, non è tuttavia limitato solo per le donne o per il nuovo modo di vestire…

…la nuova concezione di immagine e aspetto nella corrente culturale soprattutto tra i giovani è, in paesi come la Giamaica, estremamente importante per essere accettati da parte dei coetanei e comprende di tutto:

Dall’abbigliamento, alla marca di auto, dai gioielli, alla banda d’appartenenza e così via.

Tutto questo era ed è ancora oggi, in egual misura, importante per entrambi i sessi.

Ma ormai la Dancehall è riconosciuta anche come arte…

Nata dalla strada e dalla povertà, si è mostrata con tutta la sua crudeltà al Mondo intero, senza risparmiare nessuno, diventando come per l’hip hop, uno dei balli più riconosciuti e danzati nell’ambito delle street dance contemporanee!

Prenota la tua lezione di prova alla Phoenix Studio Dance, scuola di Dancehall a Milano, info al 348-0723256

OGGI LA CONCEZIONE DELLA DANCEHALL IN ITALIA
PHOENIX STUDIO DANCE a.s.d.
  • cod.fisc./p.iva: 08563590960
  • Via Andrea Maria Ampère 103
  • 20131 Milano (MI)

Come raggiungerci in METRO:

  • Lambrate/Piola/Loreto
  • Pasteur/Udine

Come raggiungerci in BUS:

  • Via Porpora/Via Ampère (81)
  • Via Teodosio/Via Casoretto (55/62)
  • P.zza Durante (55)
Follow us

Clicca “mi piace” sulla nostra pagina facebook per rimanere sempre aggiornato su ogni nostra nuova iniziativa!

Visita il nostro canale Youtube video!

Seguici su Instagram!

contatti

Orari segreteria:

  • h.11,00/h.23,00 cell. (o Whatsapp)
  • h.17,00/h.23,00 tel. fisso
info crediti & privacy

Loghi e Marchi del sito Phoenix sono di proprietà dei loro legittimi proprietari.

2014 - phoenix a.s.d. tutti i diritti riservati