fbpx
+ 39 3480723256 – info@phoenixstudiodance.com

Corso di Reggaeton a Milano, Lezioni di Twerk

URBAN

DANCES

ORARI DEI CORSI DI REGGAETON

E’ sempre emozionante far parte ad un Corso di Reggaeton della Phoenix Studio Dance a.s.d. di Milano, molto spesso considerato come danza urbana che trasfigura un hip hop latino ibrido.

Il Reggaeton, assieme al Dembow (di origine dominicana) rientrano tra le più alte espressioni popolari ed artistiche che oggi caratterizzano la cultura del ballo da strada urbano e latino americano.

Reggaeton Milano alla Phoenix a.s.d:

Il ballo del Reggaeton è composto a sua volta da particolari movimenti della colonna vertebrale e del relativo busto, dall’azione continua della zona pelvica e del bacino, dalla profonda rotazione di entrambe le spalle, dall’apertura e chiusura del petto e dagli isolamenti muscolari sia in contrazioni secche che fluide.

La scuola di danza Phoenix offre attraverso i corsi di reggaeton inoltre, un ottimo allenamento fisico ideale per la tonificazione di tutto il corpo.

La lezione di Reggaeton è molto energica ed al suo interno vengono inseriti accenni di alcuni movimenti che troviamo anche in danze differenti, come ad esempio l’oggi tanto ricercato Twerking, discendente diretto dell’antichissimo “Tembleke”:

Un movimento della danza Africana giunto poi per mezzo dello schiavismo Africano anche nei paesi caraibici e di conseguenza in Occidente.

A onor del vero “l’esclusivo” e molto conosciuto movimento del lato “B” all’interno del Twerking è sempre esistito dall’alba delle danze popolari Africane, solo in tempi recenti da qualche parte in America qualcuno ha coniato sul Tembleke un nome più commerciale e che suonasse bene:

Per questo tutti oggi vogliono fare Twerk ed avere così la possibilità di “Twerkare” in completa libertà!

VIDEO DI REGGAETON
REGGAETON & TWERK

Cosa viene studiato durante i corsi di Reggaeton?

Se siete alla ricerca di un ballo forte, coinvolgente, divertente e sensuale (adatto sia ad un pubblico maschile che femminile), anche sì tecnico e, se le melodie della danza street latina, queste lezioni di Reggaeton sono proprio ciò che vi occorre!

Verrete inoltre contagiati dalla carica positiva e festosa del Reggaeton!

Frequentare un corso di questa divertentissima danza è quasi come essere trasportati in America Latina.

Il percorso dei corsi di Reggaeton è arricchito da alcune lezioni di Twerk, entrambi sono insegnati da ballerini professionisti di danze Urbane e Folklorico popolari dei balli caraibici, pertanto ballerini professionisti di origine Afro-Cubana.

Possiamo trovare origini di questo stile in America Centrale, le quali come per la Dancehall, sono da attribuire ad una forma originaria di musica Giamaicana, risalente verso l’inizio degli anni 90′.

Trova poi abbastanza popolarità tra i giovani latino-americani, diffondendosi tra il pubblico Occidentale agli inizi del 2000.

Il Reggaeton è composto essenzialmente da una fusione artistica di musiche della base dell’originale Reggae della Giamaica, dopo di ché miscelato con altre basi ritmiche della musica ballabile Latino Americana:

E’ un genere musicale specifico che ha creato una corrente molto forte, negli ultimi anni popolarissima in America Latina, ma riconosciuta dappertutto, oggi presente in canzoni di ultima generazione persino in Italia ed utilizzata in film e trasmissioni televisive.

Tantissimi sono gli artisti che lo rappresentano, tra i primi interpreti: i diversi gruppi musicali di Cuba, e tantissimi di Portorico, non rimangono assenti anche svariati gruppi meno conosciuti dell’intero continente latino americano.

Molti gruppi musicali e di ballo che producono o ballano Reggaeton, hanno ormai acquisito una fama mondiale.

La maggior parte di questi mixa reggae e la musica delle proprie radici  latine, creando il tipico sound del reggae latino.

Differentemente dal Raggaeton dell’America Latina, che caratterizza i suoi testi con contenuti discriminanti e di disprezzo, (così come per l’Hip Hop Americano o la Dancehall Giamaicana), la maggior parte delle band cubane che suonano Reggaeton, utilizzano temi come la gioia di vivere, il ballo, la festa, l’amore ed il divertimento.

Sono nati artisti di ultima generazione che riprendono maggiormente la filosofia di critica e denuncia culturale e politica, ma al contrario degli artisti occidentali, quelli del reggaeton cubano devono prestare molta attenzione a ciò che dicono o alludono nei loro brani, date le severe pene statali a riguardo.

Questa corrente artistica, si è trasformata in corrente culturale, musicale ed oggi anche in un ballo (che probabilmente col tempo verrà codificato ed importante come l’hip hop o i passi alfabetici della Dancehall).

Il Reggaeton ha già fatto quello che non è stato mai raggiunto da altri stili musicali latino-americani come il son, il mambo, la salsa, il merengue o la bachata:

Esso non solo ha catturato le menti dei giovani latini, ma ha persino acquisito un forte sostegno dalla cultura americana ed ora anche Europea.

Essendo prevalentemente un concept di nuova generazione e con un target giovanile, le vendite contano centinaia di migliaia di copie, portando artisti come Daddy Yankee o Don Omar, ed oggi molti altri e nuovi (come: Gente De Zona, Los 4, Nicky Jam e così via) ad esibirsi in enormi concerti presso le più grandi e famose città del Mondo.

Dove è nato e come è cresciuto il ballo del Reggaeton?

Prima di acquisire il nome “Reggaeton”, la generazione di questo sound in America Latina aveva altri nomi:

“Spanish Reggae” (reggae in spagnolo), con suoni e testi di carattere sempre underground ma più tranquilli e melodici.

Ebbe un prolungato ma al contempo rapido viaggio, in differenti stili musicali, tanto che il Reggaeton si diffuse velocemente ed in maniera capillare dapprima nell’America Latina, poi negli Stati uniti ed ora in tutto il Mondo.

  • Negli anni 60-70 infatti, partendo da Portorico e Panama giunse molto rapidamente fuori continente raggiungendo città come New York.

Nel caso di Panama, molti affermano che il Reggaeton sia il suo “bambino” artistico, molti afro-panamensi, discendenti di immigrati giamaicani, furono i primi ad importare il Reggae tra le strade dei quartieri Panamensi, canticchiando ed iniziando ad approcciare una nuova fusione di stili e testi tra la base musicale giamaicana e la lingua spagnola andalusa.

Ad ogni modo le prime registrazioni del reggae in spagnolo nacquero già nel 1970.

Tra la fine degli anni ottanta e l’inizio dei primi anni novanta alcuni artisti panamensi, come Nando Boom e El General (i padri del genere) ottennero un vero e proprio successo, sfruttando e facendo conoscere le più recenti tendenze del ballo Reggae al pubblico latino americano.

Traducendo liberamente o in altri casi letteralmente i testi, ed usualmente, cantando le melodie più conosciute del repertorio artistico giamaicano originale.

El general oltre al vasto consenso di critica e pubblico, ricevette il primo premio per il miglior video dalla MTV America Latina per il brano “Muevelo” che è considerata una pietra miliare.

Il gruppo Nando Boom nacque nel 1985, ebbe subito successo fin dall’inizio. Il primo singolo riuscì a battere tutti i record di vendite a Panama.

Dal 1992 il gruppo ebbe una successione di nomination e premi al seguito, facendo nascere canzoni ancora oggi considerate come punte di riferimento per questo genere di sound.

È interessante notare come il gruppo Nando Boom influenzò il comportamento del pubblico nei confronti di come ballarlo a metà degli anni novanta, introducendo un nuovo ed innovativo stile di ballo che iniziò a far “scodinzolare” sempre di più i fianchi dei ballerini.

Il Ballo del Reggaeton negli anni 80′ in America Latina

Negli anni ottanta nacquero le prime canzoni hip hop spagnole miscelate al Reggae, questo grazie ad artisti come Vico C, ma fu con l’avvento delle prime nuove leve che questa corrente di musica e ballo ebbe lo slancio a livello mondiale.

Uno dei principali interpreti dell’epoca e di oggi è senza ombra di dubbio Daddy Yankee al quale, sfruttando l’aumento di rotazione di questa musica in radio e nei locali, bastò veramente poco ed un paio di colpi ben assestati per fare inserire il genere Reggaetonero nella principale corrente musicale:

Uno di “questi colpi” è sicuramente “La Gasolina” (tormentone anche qui in Italia) di Yankee che lo aiutò a farsi conoscere su scala planetaria.

Un altro cantante che ha portato un contributo unico alla diffusione del Reggaeton, soprattutto in Europa, è Don Omar.

I suoi singoli come “Pobre diabla” e “Dale Don Dale” erano popolarissimi durante quei tempi…

Con l’album “Re dei Re” del 2006, Don Omar ottenne il primo posto nella classifiche sia Americane che Latine diventando il più famoso disco di questo genere prodotto fino ad allora.

E’ da notare come il Reggaeton abbia iniziato in prima parte, come un genere di musica composto prevalentemente da artisti di sesso maschile.

Nel corso del tempo, cominciarono ad apparire i gruppi composti anche da artisti donna con pezzi sempre più innovativi ed interessanti.

Il nome “Reggaeton” deriva da i suoi principali elementi di composizione

Il Reggaeton nasce da il Reggae e il Tono (la caratteristica più lampante infatti, a livello musicale, è il tono forte).

Il battito ritmico è caratterizzato da molti suoni che possono essere di natura simile o completamente diversa, con melodie sintetizzate elettronicamente aventi come ingredienti:

Chitarre elettriche o altri strumenti elettronici, con molte forme di dance elettronica, così come per i ritmi latini morbidi già presenti nel gran repertorio della musica ballabile latina come la salsa, Il bolero, la bachata e così via…

Portando ad una gran fusione di stili ed ingredienti musicali facendo così nascere persino nuovi stili di sottogenere Reggaetonero come ad esempio: il Salsaton.

Molti artisti Latini portarono all’introduzione a di nuovi elementi arricchendo così le possibilità di arrangiamento delle canzoni in generale sia dal punto di vista musicale che del cantato.

Venne anche considerato, in passato, uno stile poco costruttivo per giovani e bollato anche da alcuni governi come una corrente distruttiva e fuorviante per i ragazzi, tanto che il governo di Portorico tentò di vietarne la diffusione senza mai riuscirci.

Questo per vari motivi, uno fra i tanti è che lo stile tratta principalmente argomenti legati al divertimento sfrenato ed insano, alla festa, al sesso, all’alcool, ai problemi di vita, alla droga, alla vita da strada, a storie d’amore finite in tragedia, alla sofferenza per amore e così discorrendo…

Cosa che potrebbe essere vista comunque in maniera opposta se l’artista di turno, argomenta il contenuto del brano con un approccio più intellettuale ed intelligente.

Riguardo questo proposito, successe proprio che gli stessi governanti che volevano eliminare il Reggaeton dalla faccia della Terra, lo utilizzarono in seguito come propaganda per campagne elettorali, in modo da avvicinarsi maggiormente ai giovani (robe da matti!).

Oggi il Reggaeton è considerato patrimonio artistico-musicale proprio come tutte gli altri stili presenti nel panorama artistico della Musica Latino Americana.

Reggaeton & Twerk a Milano alla Phoenix Studio Dance:

Vi aspettiamo per venire a provare senza impegno una lezione, in via Ampère 103. Contattaci al 348 0723256

TECNICA DEL REGGAETON
PHOENIX STUDIO DANCE a.s.d.
  • cod.fisc./p.iva: 08563590960
  • Via Andrea Maria Ampère 103
  • 20131 Milano (MI)

Come raggiungerci in METRO:

  • Lambrate/Piola/Loreto/
    Pasteur/Udine

Come raggiungerci in BUS:

  • Via Porpora/Via Ampère (81)
  • Via Teodosio/Via Casoretto (55/62)
  • P.zza Durante (55)
Follow us

Clicca “mi piace” sulla nostra pagina facebook per rimanere sempre aggiornato su ogni nostra nuova iniziativa!

Visita il nostro canale Youtube video!

Seguici su Instagram!

contatti

Orari segreteria:

  • h.11,00/h.23,00 cell. (o Whatsapp)
  • h.17,00/h.23,00 tel. fisso
info crediti & privacy

Loghi e Marchi del sito Phoenix sono di proprietà dei loro legittimi proprietari.

2014 - phoenix a.s.d. tutti i diritti riservati